la tua vacanza tra natura & cultura

+39 351 9121438 info@anotherbeach.com |

Ecco cosa ti sei perso non andando al PRIMAVERA BURNING

Ecco cosa ti sei perso non andando al PRIMAVERA BURNING

Ecco cosa ti sei perso non andando al PRIMAVERA BURNING

A chi si è lasciato intimorire da qualche goccia di pioggia e dal venticello non proprio primaverile sarà sicuramente sfuggito il , evento sperimentale tenutosi per Pasquetta a Sovereto. La giornata, iniziata col classico ritardo calabrese dovuto alla pioggia, ha visto alternarsi momenti artistici che raramente convivono, ogni esibizione è stata un evento nell’evento e per rimediare al freddo son bastati quattro salti, un bicchiere di vino ed una passeggiata sulla splendida spiaggia di Sovereto.

Hanno aperto i festeggiamenti i NUNCEPACE NTRASTUMUNDU, il duo, composto da Marco e Gianluca di Lamezia Terme, ha divertito grandi e piccini con giochi di magia, arte giocoliera e circense mentre gli ospiti gustavano il menù creato ad hoc da Pino&Bianca del ristorante del Campeggio Sovereto.

E’ toccato poi ai ragazzi di Roccabernarda U.S.B. Unione Suonatori di Base, un esperimento musicale, nato nel 2013 all’interno del Circolo ARCI PAGANIA di Roccabernarda, in cui un nucleo fisso di componenti vede alternarsi per uno scambio di esperienze e conoscenze altri musicisti sfociando nei più svariati generi musicali. Hanno partecipato al MarteLive ed hanno prodotto un primo lavoro intitolato “Mezzi di Fortuna”.

Quindi JAKINTA&METISSOUND, nato nel 2013 da un’idea di Enzo Francesco Iaquinta, vuole essere un percorso di fusione tra i vari generi musicali propri dei paesi subsahariani e del Regno delle Due Sicilie che evolvendosi incontra ritmi caraibici e suoni balcanici raccontando libertà, amore e incontri multietnici con versi che sgorgano dal Ragamuffin di Jakinta. Nel 2014 pubblicano il loro primo lavoro “Trafficanti di musiche d’amor”.

Hanno chiuso la serata Col Distorsione della crew Distorsione Mikrofonica e Simone Cambareri che attraverso i loro brani e selezioni musicali ci hanno accompagnati fino ad oltre il tramonto del sole.

E, tutt’a un tratto, è spuntata una lampadina. L’organizzazione a cura di Another Beach Project, Antonio Martino e Simone Chisari, è stata impeccabile ed improntata sullo stare bene insieme godendo delle bellezze offerte da uno degli scenari più intriganti e mozzafiato della nostra costa. Another Beach Project vuole trovare nuovi modi per vivere il mare in comunione e armonia con l’ambiente e, soprattutto, fornire in rete le informazioni e le possibilità che il nostro splendido territorio offre.Another Beach Project ringrazia tutti gli artisti che si sono esibiti e la famiglia Piscitelli che li ha ospitati nel Campeggio Sovereto.

Author Info

franz